Home / Enel / Voltura Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale: la guida chiara e completa

Voltura Enel Energia e Servizio Elettrico Nazionale: la guida chiara e completa

 

Enel Energia Come Fare Voltura e Subentro Luce e Gas

Hai bisogno di intestarti un’utenza Enel preesistente, ma non sai come fare? La voltura del contatore rappresenta un’operazione molto comune, soprattutto in caso del cambio di domicilio.

Ma cos’è, nello specifico, la voltura Enel Energia (Servizio Elettrico Nazionale)? Quando può essere realizzata? Quanto costa? In questa guida ci soffermeremo sulle caratteristiche principali del procedimento.


Voltura Enel Energia (Servizio Elettrico Nazionale): di cosa si tratta?

Con il termine voltura si intende l’operazione che consente di trasferire l’intestazione di un contratto di fornitura energetica, o del gas, da un soggetto ad un altro: il subentrante.

Si tratta di un’operazione che si effettua quando il contatore è attivo a tutto gli effetti; a cambiare è l’intestazione del contratto e di conseguenza della bolletta.

In genere la voltura Enel si effettua in occasione del subentro di un nuovo inquilino affittuario di un immobile o in caso di successione.

Insomma si tratta di un procedimento che coinvolge essenzialmente due soggetti: il vecchio titolare del contratto ed il subentrante. Chi paga la voltura Enel Energia tra i due?

È il nuovo cliente a dover corrispondere il subentro Enel pagando una maggiorazione sulla bolletta. Cosa occorre per effettuare il subentro Enel Energia?

I documenti necessari

I dati personali del subentrante sono le prime informazioni da indicare sul modulo apposito scaricabile sul sito di Enel, oltre a quelli del vecchio intestatario.

Naturalmente è indispensabile trascrivere l’indirizzo del nuovo titolare della fornitura con residenza ed il recapito a cui saranno inviate le fatture.

Sul modulo vanno indicati anche l’indirizzo ed il codice Pod, per la fornitura elettrica e del codice PDR per il gas.

Infine la lettura del contatore e della potenza impegnata, un dato che è possibile leggere sulla bolletta.

Inviati i documenti fotocopiati ed il modulo apposito, non resta che attendere la risposta del fornitore. A proposito, quanto ci vuole per effettuare la voltura?

In genere i tempi per la voltura Enel non superano le due settimane se la richiesta viene effettuata al gestore precedente, in caso contrario le tempistiche potrebbero prolungarsi fino ad un mese.

Gli effetti della voltura Enel Energia

La voltura Enel non è altro che il cambio di intestazione di un contratto di fornitura energetica da un soggetto all’altro.

E’ importante tenere presente, inoltre, che il subentrante accede alle stesse condizioni previste in precedenza dal vecchio inquilino, senza alcun tipo di cambiamento riguardo le tariffe.

Chi deve effettuare la voltura

Il procedimento può essere effettuato da tutti i soggetti con capacità giuridica.Per un immobile la voltura Enel Energia deve essere effettuata, naturalmente, dall’inquilino della casa.

Per condizioni particolari, come la locazione, la compravendita dell’immobile, la successione in famiglia o per il divorzio, a procedere alla voltura Enel dovrà essere il subentrante, ovvero chi entra materialmente nell’immobile.

Naturalmente è il titolare del contratto ad essere il responsabile del contratto e per le conseguenze di eventuali mancati pagamenti della fornitura.

Costi: contributo fisso + iva

Quanto bisogna pagare per effettuare la voltura Enel Energia – Servizio Elettrico Nazionale? Il prezzo è stabilito dall’Autorità per l’Energia e si compone di diverse voci.

Per quanto riguarda la fornitura del gas, il contributo fisso è di 23 euro, a cui bisogna aggiungere un onere amministrativo, il cui prezzo varia in base all’impresa distributrice del servizio.

Invece, per quanto riguarda la fornitura della luce, il contributo fisso è sempre di 23 euro, a cui vengono aggiunti 25,81 euro di oneri amministrativi, per un totale di 48,81 euro.

I costi della voltura per Enel Energia libero mercato

Condizioni differenti sono applicate per il regime di mercato libero, ovvero per i contratti stipulati con Enel Energia. In questo caso i costi sono determinati, per la quota di energia, a seconda delle regole del concorrenza.

Enel Energia è una compagnia del tutto indipendente da Enel, anche se operano dello stesso mercato, quello della fornitura elettrica e del gas.

I costi della voltura, nel regime di mercato libero, possono essere deliberati in totale autonomia dal fornitore, sia per quanto riguarda le spese amministrativa, per la gestione del contratto oltre all’imposta di bollo.

In pratica avremo ventitre euro per il contributo fisso a cui si aggiunge il valore del deposito cauzionale, applicato per chi sceglie il pagamento attraverso la formula del bollettino postale.

In ogni caso, per qualsiasi informazione, potrete visitare il sito ufficiale di Enel Energia e consultare la pagina delle FAQ1)https://www.enel.it/it/supporto/faq/Voltura.

Dove inviare i moduli per la voltura Enel Energia?

Ci sono tante opzioni disponibili per far recapitare i moduli Enel Energia:

  • Compilateli e poi caricateli sul sito ufficiale di enel;
  • In alternativa, potrete inviarli all’ e mail allegati.enelenergia@enel.com;
  • Oppure, inviateli tramite fax al numero 800 046 311 nel caso di fornitura elettrica e al numero 800 997 736 in caso di fornitura gas;
  • Infine, potrete spedire i documenti per posta ai seguenti indirizzi: Enel Energia S.p.A.: Casella Postale 8080 – 85100 Potenza (per la fornitura elettrica) e Casella Postale 1000 – 85100 Potenza (per la fornitura gas).

Qual è il numero di telefono di Enel Energia per la voltura?

Per richiedere la voltura Enel basta chiamare il numero verde 800.900.860 attivo dalle 7 alle 22 dal lunedì alla domenica. La chiamata è gratuita mentre l’invio del modulo avviene via mail.

In alternativa puoi recarti al Punto Enel Energia più vicino, come indicato nella mappa del sito.

 

Scopri le offerte Enel Energia per LUCE e GAS!

References   [ + ]

1. https://www.enel.it/it/supporto/faq/Voltura