Tim Home Connect, cos’è e come attivarlo

Come Attivare Tim Home Connect

Tim Home Connect è un’offerta Tim pensata per supportare le case moderne e più in generale tutti gli utenti che sfruttano a pieno le potenzialità della domotica.

Vediamo meglio però cosa bisogna sapere di questo prodotto, analizzando nel dettaglio cosa include, come può essere declinato e in generale quali elementi bisogna valutare prima di sottoscriverlo.

A cosa serve Tim Home Connect e dove attivarlo

Iniziamo con il dire che il servizio è pensato per tutti coloro che vogliono controllare anche a distanza, tramite sim, i principali accessori che sfruttano la tecnologia domotica.

Antifurto, caldaia, controllo infissi sono solo alcuni dei componenti della casa che possono essere gestiti anche attraverso una sim dati.

Quello che ovviamente è opportuno verificare, è che il proprio elemento dotato di domotica supporti in tutto e per tutto il comando tramite sim.

Il servizio può essere attivato direttamente online sul sito TIM o presso il proprio centro TIM di riferimento. Nel primo caso basterà selezionare l’offerta di riferimento, inserire i propri dati e la modalità di pagamento.

Quanto costa

Vediamo a questo punto quali sono i piani Tim Home Connect proposti che sono riservati ai clienti TIM Ricaricabile.

La tariffa base garantisce, a 3 euro al mese e 5 euro di attivazione, l’utilizzo di 100 mega, 100 sms e 20 minuti di traffico voce e si chiama Tim Home Connect.

Un altro piano è il TIM Home Connect 12 che costa 24 euro e per un anno garantisce 20 minuti di chiamare, 100 mb di internet, 100 sms. Alla scadenza il piano si rinnoverà al costo di 3 euro al mese.

Costa invece 36 euro e dura due anni il pacchetto Tim Home Connect 24. Anch’esso include 100 mb di traffico internet, 100 sms, 20 minuti. Anche in questo caso una volta scaduto il periodo promozionale, è previsto un rinnovo a 3 euro mensili.

È bene precisare che tutti i piani sono compatibili con qualsiasi promozione attiva sul numero principale.

Cosa fare attivata l’offerta

Una volta attivata l’offerta, sarà necessario inserire la sim in un telefono e scaricare l’App My Tim. Questo strumento permetterà non solo di verificare che il dispositivo sia connesso, ma anche di tenere monitorati consumi e credito.

L’accredito automatico scelto al momento della sottoscrizione dell’offerta, permetterà di non doversi preoccupare di scadenze e simili; l’unica accortezza in caso di addebito su credito residuo sarà quella di avere sempre una cifra che permetta il rinnovo dell’offerta, per evitare di dover ricorrere al credito extra che permetterà comunque di gestire la ricarica entro 2 giorni.

Per qualsiasi domanda su questi aspetti, è possibile contattare direttamente il 119 o visitare un negozio TIM.