Templates by BIGtheme NET
Home / Amga / Attivazione Amga: come attivare un contratto di fornitura per la luce e gas

Attivazione Amga: come attivare un contratto di fornitura per la luce e gas

amga

L’AMGA è una società italiana di servizi legata al gruppo Hera Comm che offre gas metano ed energia elettrica. I servizi offerti  sono fruibili sia dai privati che dalle industrie, di piccole, medie o grandi dimensioni, e da professionisti.

Se state pensando di affidarvi ad Amga per le vostre utenze, trovate di seguito l’iter da seguire, i documenti da presentare e le informazioni su dove reperire i moduli.


Cambiare fornitore

Il passaggio da un altro fornitore ad Amga è semplice e possibile. L’unica cosa da tenere in considerazione, è che l’AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il sistema Idrico) impone un minimo preavviso. Esso è di un mese in caso di cliente domestico, 3 mesi in caso di clienti non domestico in generale.

Passare da un fornitore ad un altro non ha un costo aggiuntivo e una volta completata l’operazione di passaggio il cliente continuerà a ricevere una sola fattura rilasciata appunto dall’ultimo fornitore. Lo stesso fornitore si occuperà anche del pagamento degli oneri dovuti stabiliti in base ai parametri dell’autorità locale.

Nella quasi totalità dei casi l’operazione non comporta un intervento fisico o una sostituzione del contatore. Parallelamente, nessuna interruzione di energia è prevista nella fase di passaggio da un operatore all’altro.

Oggi sono circa 600, soprattutto al nord, i comuni raggiunti da Amga. Uno dei punti di forza dell’azienda è quella di seguire l’intera filiera energetica, riuscendo quindi a consentire un buon risparmio all’utente finale. Resta esclusa solo la parte produttiva della filiera.

I nuovi clienti

E’ lecito a questo punto chiedersi se la Amga gestisca anche i nuovi allacciamenti. Nel caso del gas, l’allacciamento viene eseguito direttamente dall’impresa che gestisce la rete del metano locale. Insieme alla firma del contratto, il cliente può avanzare richiesta di allacciamento al nuovo venditore.

Il distributore è tenuto ad accettare la richiesta ed effettuare l’allacciamento. L’unica situazione in cui una richiesta può essere rifiutata, è quella i cui nella zona non esista una rete.

Nel caso dell’energia elettrica la situazione risulta essere simile. Anche in questo caso infatti l’allacciamento viene realizzato dall’impresa che distribuisce energia e il cliente dovrà poi avanzare richiesta di allacciamento. Un eventuale rifiuto in questo caso sarà possibile solo nel caso in cui l’allacciamento non sia possibile, non sia economicamente sostenibile o minacci la continuità della fornitura di energia della zona in generale.

Per comprendere se la procedura sia andata a termine correttamente e per verificare l’effettivo risparmio bisognerà aspettare la prima bolletta. In caso di contratto con il mercato libero, le tempistiche di invio della bolletta sono indicate nel contratto.

Solitamente si parla di fatturazione bimestrale.

Un fase di attivazione avrete anche la possibilità di comunicare la modalità di pagamento delle bollette stesse. Molto comoda risulta essere la modalità RID, che prevede la domiciliazione dei pagamenti presso la propria banca, che effettuerà l’addebito direttamente sul vostro conto corrente.

In alternativa, è possibile procedere ai pagamenti classici presso gli sportelli postali o bancari, operazione che porta tuttavia al pagamento di una commissione pari a 1 o 2 euro solitamente.

Per evitare di dover pagare interessi e more (prefissati dal contratto nello specifico) bisognerà ricordarsi di pagare in tempo le bollette. Eventuali cifre non corrisposte verranno caricate nella bolletta successiva.

Nel caso in cui anche le richieste seguenti vengano ignorate, l’azienda dopo i dovuti solleciti e prevvisi procederà alla sospensione del servizio ed eventualmente al recupero del credito dovuto.

Il sito dell’azienda permette di ottenere tutte le informazioni necessarie, ma soprattutto fornisce tutti i contatti utili a coloro che vogliono reperire informazioni dall’azienda stessa. A disposizione dei clienti vi è anche il numero verde 800 904477, a cui rivolgersi per richieste di vario tipo.